La caseina è ben voluta in tavola

Per gli amanti dei derivati del latte ci sono buone notizie. In uno studio pubblicato su “Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases”, i formaggi posso essere consumati anche da persone che hanno un alto rischio cardiovascolare. La ricerca condotta su circa 6000 persone, uomini e donne con età media di 65 anni, è emerso che i livelli di trigliceridi nel sangue sono risultati inversamente associati ai consumi di formaggi. Quindi gli anziani che mangiavano più formaggi hanno evidenziato meno eccessi di trigliceridi e valori più bassi di colesterolo HDL nel sangue.

Autore dell'articolo: Flavio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *